Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

EPPURE QUEL TELEFONO ROSSO E’ STATO ATTIVATO...
Perchè in queste ore Casadiritto ritorna su Crosetto?
Facciamo un piccolo passo addietro. Siamo negli ultimi giorni, prima delle dimissioni del Governo Berlusconi, tra CASADIRITTO e la parte “Responsabile” della Difesa rimaneva ancora aperto un canale.

LO SCENARIO
Dai primi giorni di ottobre, imperversano in tutta Italia, quelle “notifiche” che notifiche in molti casi proprio non ci sembrano. Quelle raccomandate che riportano in calce l’importo dei canoni impazziti, spargendo terrore e disperazione. Molti, per la prima volta lo provano. Alcuni di noi non avevano avuto il tempo da dedicare a “queste cose” e la pazienza di entrare nel merito e di partecipare assieme a CASADIRITTO nell’immane tentativo, riuscito poi a metà, di evitare l’esito che tutti conosciamo. Altri utenti, semplicemente non sapevano. Nel particolare, quelle lettere raccomandate contengono una serie impressionante di sciatterie a macroscopiche inesattezze, in special modo quelle con la dicitura “provvisorio” al limite dell’invalidità della stessa “notifica”. Per tutti c’è poi il Regolamento con l’art.2 ed i dati stessi riportati nelle schede, con abbondanti “zero” o dati errati. Ora, nella maggior parte dei casi, i ricorsi al TAR si sprecano.

GLI ULTIMI GIORNI E IL TELEFONO ROSSO
Dicevamo lo scenario degli ultimi giorni: era stato attivato un canale. Uno specie, tanto per capirsi e fatte le debite proporzioni, di telefono rosso, quello della famosa valigetta tra le due Superpotenze ai tempi dei tempi. Con la differenza che la potenza era solo una. Ebbene quel telefono ha funzionato almeno tre volte. Non conosciamo ancora, in queste ore, se gli effetti ci sono stati o ci potrebbero ancora essere. Certo, si tratta nel migliore dei casi di dettagli, e almeno in un caso di un importante dettaglio, ma sempre dettaglio.

QUELLO CHE CI POTREBBE ESSERE, E’ BENE CHE VENGA SUBITO RESO NOTO
Nell’ultimo articolo del 13 novembre, consultabile nel sito, i più attenti di noi hanno notato l’appello apparentemente intempestivo all’allora ancora Sottosegretario Crosetto. Qualcuno poteva pensare ad una improvvisa follia del Coordinatore, altri ad un appello di routine. Ancora oggi, invece siamo in attesa del suo esito in termini strettamente pratici. In questo momento anche i dettagli potrebbero essere importanti. Per questo CASADIRITTO chiede ancora a chi ha la “compiacenza” e l’intelligenza, di rispondere e di interloquire, ricordiamo che in tanti attendiamo ancora quei dettagli. Anche se per molti le loro decisioni sofferte e dolorose, hanno già stravolto in parte la loro vita e hanno già abbandonato l’alloggio. Importanti fatti, come:
- l’appello al Presidente della Repubblica rivolto da CASADIRITTO;
- l’eco su una intera pagina de “IL TEMPO”;
- l’importante report sul TG3 Nazionale del 21 novembre;
- La partecipazione in prima persona delle nostre famiglie, con lettere accorate a tutti i Deputati e Senatori, le cui risposte in minima parte, per ragioni di spazio, abbiamo riportato nel sito;
- e-mail indirizzati a tutta la stampa quotidiana nazionale e locale, da parte di tantissimi (alcuni giornalisti ”professionisti” nel rispondere hanno perduto una ghiotta occasione per diventare professionisti senza “virgolette”).

In questa ultima fase, in queste ore, CASADIRITTO ha potuto, forse, ha saputo come poteva, convogliare il tutto e tentare l’impossibile. Ma nel caso del “Telefono Rosso“ siamo nel diritto di sapere se altro c’è da aggiungere ancora. Anche se per alcune famiglie già siamo fuori tempo massimo.
Sergio Boncioli

23 novembre 2011

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 010 3787 6560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS