Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

condividi         

DAI MURI DELLE CASE DELL’AERONAUTICA DI OSTIA, MESSE IN VENDITA, PIOVONO CALCINACCI

I Virgili Urbani del Comune di Roma transennano la strada
Il TAR aveva già fermato le vendite, perchè i prezzi erano troppo alti

Dal giorno 14 gennaio u.s. alle ore 15,30, i passanti che transitano per Via delle Azzorre, sono obbligate a fare attenzione. Dai palazzi dell’Aeronautica Militare, con entrata in Via delle Baleari, piovono calcinacci. Ed è per questo, che a seguito di Ordinanza Comunale, una squadra di addetti ai lavori del Comune di Roma, coadiuvata da Vigili Urbani, ha provveduto a perimetrare l’area, per salvaguardare la Pubblica incolumità.

Il Comprensorio, ritorna così alle cronache, non certo positive, di ordinaria trascuratezza da parte dell’Aeronautica Militare e della catena gerarchica che da essa dipende. Questa ulteriore tegola, è il caso proprio di affermarlo, cade in testa oltre agli utenti, anche moralmente su chi per atavica e recente colpevolezza e menefreghismo ha gestito come sappiamo, nel continuo disimpegno e trascuratezza, per oltre cinquanta anni, questo Comprensorio.

I 98 alloggi che ne fanno parte, sono stati posti in vendita, come gli abitanti sanno bene, com’è noto CASADIRITTO la documentato, e tramite lo stupendo servizio del TG3 televisivo si è avuta la possibilità di visionarlo (VIDEO).

Il TAR ha deciso con sentenza, che quegli alloggi, messi in vendita a prezzi sproporzionati, indicato dalla Difesa, dovevano essere riveduti al ribasso.

Questo ulteriore episodio, la caduta di calcinacci, era da prevedersi, senza essere dei tecnici della Difesa. Il fronte interessa circa 100 metri ed è incredibile che quello stato dei muri esterni non avesse destato la dovuta attenzione, forse volevano vendere o meglio disfarsi del bambino assieme all’acqua sporca...

Quella dello stato degli immobili della Difesa è comune a molte situazioni, specialmente a quelli posti in vendita. Se ne vogliono disfare, cercando di prendere con una fava, i due classici piccioni, ma sul prezzo di vendita no, su quello non si discute. Ed ecco che si ricorre al TAR. E’ da notare che su questi immobili di Ostia si sono rivolte le attenzioni prima del Decreto Crosetto (canoni) e poi del Decreto LA Russa (vendite) anche in questo caso “FRATERNAMENTE E ITALIANAMENTE” vicini.

CANONI DI MERCATO
In questi palazzi (FOTO), in zona mare, costruiti negli anni 50, tenuti per 60 anni senza manutenzione, senza ascensore, erano stati applicati canoni di mercato stile Difesa, attribuendo su immobili non accatastati, CAT. Catastale A 2, con qualità di finiture “medio” posizione “favorevole” e avendo cura di precisare che nel 1997 “è stata realizzata la linea montante di FM dal contatore al quadro elettrico”, una vera OPERA DEL REGIME, veramente un lusso, visto le altre condizioni. Nulla da dire sui muri cadenti, e sulle altre piccole curiosità già evidenziate le altre volte e fatte vedere dal TG 3 su cui non ritorniamo. Naturalmente gli utenti che hanno ricorso al TAR hanno vinto, annullando le notifiche e gli arretrati.

VENDITE
Successivamente ai canoni, gli stessi alloggi sono stati oggetto di proposte di vendita, gli amici dell’Aeronautica di Ostia si sono trovati davanti prezzi spaventosi per quelle case, 250-300 mila euro più spese, ancora una volta li hanno convinti di ricorrere al TAR, ed hanno ancora una volta vinto. Ma la caparra, versata con tanto di interessi quasi da strozzinaggio, in quanto presa con notevoli sacrifici sottoforma di prestito, è stata incamerata dall’Amministrazione Difesa, e non restituita ma trattenuta, non si sa bene a che titolo.

Ora arrivano i Vigili della Polizia Municipale, mette in sicurezza, vietando il passaggio ai cittadini, delimitano l’area e la recintano. Sarebbe interessante sapere le reazioni del legittimo proprietario del Comprensorio (Aeronautica) e sapere i provvedimenti che adotterà:
– provvederà ai lavori prima della vendita?
– in caso negativo, è legittimo pretendere, che oltre all’abbattimento del prezzo già ordinato dal TAR, si provvederà a scalare dal prezzo abbattuto, un ulteriore riduzione che gli incolpevoli utenti, in caso contrario, si troveranno ad affrontare, dopo essere stati adeguatamente spolpati dai costi della cosiddetta vendita?

CASADIRITTO, ne siamo certi, sarà della partita.

Sergio Boncioli

30 gennaio 2013


Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Si prega di mettere il nome anche se si entra come ospite.

Se non sei registrato: puoi entrare come "Ospite" ma il tuo commento dovrà essere approvato da un moderatore. Per commentare senza approvazione, loggati con uno dei servizi disponibili.

Chi sta utilizzando un vecchio browser, per poter commentare deve effettuare l'aggiornamento a Flash 10 o Internet Explorer 8

STRADAFACENDO

CASADIRITTO NEWS

Casadiritto è anche su Facebook e Twitter
Si ricorda che tutte le norme, leggi e regolamenti citati, sono riportati all'interno del sito. Tutti ne possono prendere visione e scaricare i contenuti anche nella stesura originale
Per contribuire a Casadiritto versamento tramite c/c postale n. 1004499925 oppure con bonifico IBAN n. IT43 T076 0103 2000 0100 4499 925 intestato a Benedetto Franchitto con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS