Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

condividi         

LA VOGLIA DI RICOMINCIARE

Quando la rabbia si trasforma in ragionamento. Molto dipende da noi, molto ci attendiamo dal nuovo Parlamento. Ma sarà un percorso quasi impossibile, rischiando con i Decreti operanti...

Alla vigilia dell’iniziativa del PD Lazio, quell’occasione, in definitiva, poteva inquadrarsi in una normale iniziativa elettorale prima delle elezioni. Ma non è andata esattamente così, anche se questo era negli obiettivi, legittimi, dal momento che le leggi vengono emanate dalla maggioranza che si costituisce dopo le elezioni, ed i Parlamentari vengono eletti dai cittadini.

Perfino troppo discreta era la scenografia. Anzi non c’era nessuna scenografia. E non c’era nemmeno un tavolo, nemmeno un manifesto con le facce di carta, solo sedie e sgabelli sul palco del Teatro AMBRA della Garbatella, vicino ai “Cesaroni” nel cuore della Roma popolare e vera. Tutto esageratamente al contrario. Eppure era il PD del Lazio che organizzava. Davanti una platea affollata, di GENTE PERBENE. (FOTO)

Sul palco una Parlamentare, ora candidata del PD, ROSA VILLECCO CALIPARI, che si presenta in Lombardia III alla Camera dei Deputati, l’on. JEAN LEONARD DOUADI, capolista PD Regione Lazio, l’avv. NICOLA CICONTE, la giornalista LUCIANA CIMINO, SERGIO BONCIOLI di CASADIRITTO. Da parte degli intervenuti, interventi essenziali che niente spazio lasciano all’io ed alla propaganda.

Dicevamo una platea rappresentativa di tanta GENTE PERBENE, che in tutta Italia sta facendo fronte, come può e se può, all’importante ed inverosimile attacco portato loro da chi, all’interno di Organi dello Stato, avrebbe obbligo di tutelarli. In particolare da una burocrazia molto interessata incapace e fondamentalmente retriva, arroccata, attraverso Leggi e Decreti, che sperimentati ora sulla carne viva delle famiglie stanno provocando quei drammi che CASADIRITTO testimonia giorno per giorno.

GENTE PERBENE, dicevamo, anziani militari, vedove, militari in servizio, di tante parti di Roma e del Lazio. Orecchie e cervelli attenti, in attesa di un concetto, di una frase, di uno spunto che dia loro coraggio, il coraggio ancora di porre una speranza, in qualcuno, in qualcosa. Chi deve difendersi da una minaccia di sfratto, chi da una nuova lettera con il nuovo canone rideterminato, chi da un conto da pagare di arretrati a lui sconosciuti, chi da una richiesta spropositata di un prezzo di vendita.

Sul palco, gli interventi, poco spazio all’io, molto spazio al noi. Ma un filo comune li lega, la necessità di avere la forza di cambiare
– dell’on.le Rosa Villecco Calipari, tenace, lucida nel ricostruire, chiaro negli intenti per il futuro: si impegnerà da subito in Commissione Difesa ed al Parlamento. Ricorda la sua esperienza nelle passate legislature. Commovente per dedizione e impegno per chi ha seguito, passo per passo, i suoi interventi al Parlamento e le sue iniziative incessanti. Forte dell’esperienza, le nuove iniziative e nuove strategie sugli alloggi fanno parte del suo impegno. Riceve molti applausi;

– dell’avv. Nicola Ciconte, che all’impegno professionale unisce la condivisione delle battaglie sugli alloggi. Mette in luce come bisogna abbinare il momento dei ricorsi alla necessità di un cambiamento del quadro legislativo. Non si può vivere di ricorsi. La gente, in platea, lo applaude;

– dell’on. Touadi, che anche in rappresentanza del Candidato alla Regione Lazio, Zingaretti, è latore di un preciso impegno e proposta sulla gestione Regionale di parte degli alloggi della Difesa, attraverso una nuova Legge Regionale, in accordo con la Conferenza dei Servizi Stato- Regione in un quadro di Leggi Nazionali che ne prevedano la loro gestione. Cita una commovente sua esperienza in Francia, per il trattamento particolare di riconoscenza che lo Stato manifesta nei confronti di chi serve ed ha servito la Patria, applaudito;

– Sergio Boncioli, di CASADIRITTO, mette in guardia che, nella speranza che si arrivi ad una immediata cancellazione delle norme CROSETTO-LA RUSSA, non emendabili, bisognerà parallelamente coinvolgere gli Organi decisionali interni alla Difesa, chi conta veramente, per non trovarci, per l’ennesima volta, a far decidere, chi quelle norme dovrà poi applicare, in modo esattamente contrario a quanto nelle Leggi scritte è prescritto. Quanto è esattamente avvenuto nel caso di applicazione della Legge 244 e disatteso dai Decreti La Russa e Crosetto cioè: dei prezzi da rivedere, ma quelli morali, etici, di giustizia, oltre quelli materiali, di questo si tratta.

Da tutti è emersa la sensazione che nella nuova Legislatura, gli impegni dell’on. Villecco Calipari nel caso augurabile di una sua elezione, e di altri parte una iniziativa forte. Chiamarla promessa non è esatto. Chiamarla impegno è più giusto. Ne fa testimonianza l’impegno della Calipari, lo ha ricordato, prima al Senato, 2006-2007, ed alla Camera, nell’ultima legislatura. La ricordiamo presente in tutte le iniziative parlamentari riguardanti gli alloggi della Difesa, candidata Camera Lombardia III

Riteniamo giusto però che detta azione futura, possa e debba collegarsi assieme ad altri candidati che ci auguriamo eletti, in tutta Italia ed anche all’Estero (L’on.le Di Biagio nostro amico, un suo scritto nel sito, nel Collegio Europa). Il Gen. Domenico Rossi, Camera Lazio 1, ex Presidente del COCER che ci ha inviato una lettera (vedi sito), il Sen. Mauro del Vecchio, che abbiamo apprezzato nella sua trascorsa attività parlamentare, candidato al Senato in Campania, autore di una lettera anch’essa pubblicata sul sito, riportante il suo impegno sugli alloggi della Difesa.

Ecco quindi la necessità di compattare in un prossimo immediato futuro gli utenti ed i loro rappresentanti futuri impegnati nelle Istituzioni, per modificare profondamente ed urgentemente quelle norme che oltre che vessatorie, si sono dimostrate fallimentari per la stessa Difesa. A meno che dire la verità fallimentare, i blog Ufficiali della Difesa continuino e fornire dati palesemente alterati e farlocchi , ad uso esclusivo della propaganda pura, come tradizione.

Che c’entra la vendita con altre voci tipo l’usufrutto? Per far vedere ai creduloni una errata percentuale di vendite? Ma non dobbiamo cedere a queste elementari provocazioni e dopo una giusta rabbia e indignazione, deve farsi largo una determinazione di un forte cambiamento.
L’occasione buona , forse, sarà data nelle prossime ore… in un estremo generoso tentativo. Ma poi chissà, siamo vaccinati, anche contro le facili illusioni. Pericolo, nei Decreti in corso
.

Sergio Boncioli

22 febbraio 2013


Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Si prega di mettere il nome anche se si entra come ospite.

Se non sei registrato: puoi entrare come "Ospite" ma il tuo commento dovrà essere approvato da un moderatore. Per commentare senza approvazione, loggati con uno dei servizi disponibili.

Chi sta utilizzando un vecchio browser, per poter commentare deve effettuare l'aggiornamento a Flash 10 o Internet Explorer 8

STRADAFACENDO

CASADIRITTO NEWS

Casadiritto è anche su Facebook e Twitter
Si ricorda che tutte le norme, leggi e regolamenti citati, sono riportati all'interno del sito. Tutti ne possono prendere visione e scaricare i contenuti anche nella stesura originale
Per contribuire a Casadiritto versamento tramite c/c postale n. 1004499925 oppure con bonifico IBAN n. IT43 T076 0103 2000 0100 4499 925 intestato a Benedetto Franchitto con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS