Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

condividi         

L’AERONAUTICA MILITARE DI ROMA SCRIVE AL SUO CENTRO AMMINISTRATIVO: QUELLE LETTERE SONO ANNULLATE, ERA QUELLO CHE AVEVA CHIESTO CASADIRITTO FIN DA GIUGNO. ORA, FRANTUMATA LA “STRANA ALLEANZA” SI ASPETTA, E’ DATO PER IMMINENTE, ANALOGO ANNULLAMENTO DA PARTE DEI COMANDI DI FIRENZE (ESERCITO) E NAPOLI (AERONAUTICA).

CRONACA DI UNA LUNGA ESTATE

Era da tempo che CASADIRITTO lo aveva chiesto ed argomentato, fin dall’apparire di quelle lettere definite in tutte le maniere possibili, errate, intempestive, straordinariamente illegittime e tanto altro ancora anche in termini irripetibili. Infatti già dal loro apparire, vedi focus di CASADIRITTO il 18 giugno, u.s. dal titolo “Provocazione o altro” emergeva che alcuni Comandi e precisamente l’AERONAUTICA MILITARE, Comando Supporti Enti di Vertice di Roma ed il COMANDO ESERCITO “Toscana” di Firenze, iniziativa rivolta contro gli utenti tutelati per reddito o con familiare con grave handicap, in servizio o in quiescenza, in maniera indistinta.

Successivamente con altro focus del 22 giugno, CASADIRITTO (Roma, l’Aeronautica apre la caccia….) documentava la scriteriata iniziativa del Comando di Roma che tuonava “….. il canone sarà rideterminato a prezzi di mercato (sic) anche per soggetti portatori di handicap. Alla “strana alleanza” si era unito nel frattempo il Comando Esercito di Firenze, che gli faceva eco con gli stessi accenti.

SUBITO CASADIRITTO PRENDEVA L’INIZIATIVA Del grave fatto ne venivano informati, contemporaneamente i Parlamentari delle Commissioni Difesa, l’on. Rosa Villecco Calipari ed il sen. Aldo Di Biagio che in Sede di Commissione Difesa congiunte ne informavano direttamente il Ministro della Difesa Sen. Pinotti e i suo Consiglieri. Successivamente venivano messi al corrente L’Ufficio Legislativo del Ministero della Difesa ed il Capo Gabinetto.

Ricordiamo che contemporaneamente era ancora in corso la coda velenosa del maldestro tentativo da parte di oscuri personaggi, di insabbiare, fin dal mese di aprile, il nascente Decreto sugli alloggi, su cui CASADIRITTO tallonava le vicende. Venne presa anche l’iniziativa di inviare migliaia di fax al Ministro, per un suo intervento e una rapida registrazione dopo due mesi di occultamento.

FINALMENTE DALLA DIFESA Il 1 luglio 2014 CASADIRITTO, da “fonti autorizzate” era in grado di comunicare di “non tenere conto delle lettere” in quanto superate dal Decreto Alloggi, e che quindi erano da ritenersi annullate.

CASADIRITTO ritornava sull’argomento il 7 luglio ed il 22 luglio, mettendo in luce, al contrario, che gli Uffici Amministrativi e Enti Previdenziali , già stavano provvedendo ad operare indebiti prelievi, in conformità a quanto loro ordinato dalle lettere. Il 1 agosto, venivano confermati i prelievi sulle buste paga di luglio.

Era il periodo che ha coinciso con l’inizio della presentazione delle Istanze del nuovo Decreto e quindi si era impegnati già con una attività eccezionale.

Il 6 agosto anche il Comando Aeronautica Aeroporto NAPOLI CAPODICHINO dipendente e su input della 3° Regione Aerea di Bari, si “accodava” alla strana alleanza.

Parimenti CASADIRITTO dava notizia che i Capi di Stato Maggiore interessati, avevano ricevuto istruzioni, su iniziativa del Ministro della Difesa e dei suoi Consiglieri, tramite Ufficio Legislativo della Difesa e dal Capo Gabinetto del Ministro, di revocare immediatamente le lettere.

A SETTEMBRE I PRIMI SEGNALI L’Aeronautica Militare di Roma comincia ad inviare la prima lettera di annullamento, ai soli portatori di handicap grave. Silenzio assoluto da parte dei restanti Comandi di Firenze e Napoli.

Finalmente, come annunciato il 16 settembre sul sito, la “strana alleanza” di fatto si scioglie. Con lettera datata 12 settembre 2014, i cui primi arrivi agli interessati sono iniziati dal 16 settembre 2014, L’Aeronautica Militare di Roma, Comando Supporti Enti di Vertice, dopo una intera estate passata sostenendo in maniera assurda un braccio di ferro (cui prodest?) cede su tutti i fronti la battaglia delle lettere, annullando anche lettere “abusive” indirizzate per gli utenti risultanti all’interno del Decreto annuale e quindi protetti per reddito, insomma gli “storici” per capirci, dopo aver annullato quelle per handicap grave.

IL COLORE DEI GATTI? La lettera ora inviata, il cui testo pubblichiamo in allegato, è quanto di più ardito che si potesse scrivere, ma il suo significato è inconfutabile: La lettera è indirizzata al C.A.T.E.P. di Centocelle, il Centro Amministrativo dell’Aeronautica deputato all’applicazione delle ritenute per i canoni alloggio sulle buste paga “voglia Codesto Ente sospendere l’attuazione della comunicazione a seguito”

Ci viene da pensare, leggendo l’ardimentosa lettera:
“ Non è importante che il gatto sia nero o grigio. L’importante è che prenda il topo.” (espressione colorita, ma che rende l’idea).

Con questa lettera, circa 150 famiglie di Roma, ora ritornano ad una normalità possibile. La norma che invece volevano abusivamente applicare oltre ad un canone maggiorato, avrebbe previsto anche l’obbligo del rilascio…….. CASADIRITTO, pur impegnata duramente con il Decreto alloggi, la sua divulgazione ed aiuto nella compilazione delle sue istanze, ha contemporaneamente svolto la sua funzione interloquendo, nel caso delle lettere, evidentemente nella giusta maniera, con tutte le Istituzioni, anche quelle Militari. Ed il risultato lo si vede.

Altre famiglie, in Toscana, a Firenze, Livorno, Pisa, Siena e Pistoia, ed altre a Napoli e Caserta, attendono notizie su questo, non solo biasimevole, atteggiamento dei rispettivi Comandi. Ma la “strana alleanza” ormai non esiste più ed è solo una questione di ore.

Una domanda o più domande, però sono ricorrenti: perchè quei Comandi lo hanno fatto? Quale è stata la “ratio” da cui nasceva l’iniziativa? Gli effetti e le conseguenze che inevitabilmente hanno suscitato e ne susciteranno erano state messe nel conto, dal momento che l’esito scontato era prevedibile al di là del’immediato danno morale ed economico ai danni dei destinatari dei provvedimenti? CASADIRITTO una idea già la possiede, e non da oggi. “Questi” non si fermeranno…. e continueranno altri episodi. Per qualcuno sembra essere presente nel loro DNA quella “strana voglia matta” mai sopita. Della stessa gravità. Stiamo attenti sempre al “famoso passo avanti e a due indietro”

Cogliamo invece in maniera positiva e volentieri l’occasione per dare atto, ancora una volta, a quanti hanno contribuito al felice esito di questa pur difficile ed anomale vicenda: ai Parlamentari on.le Rosa Villecco Calipari ed al suo Staff in Commissione Difesa, al Sen. Aldo Di Biagio e Staff sempre in Commissione Difesa, alla Ministra della Difesa Senatrice Roberta Pinotti e ai suoi Consiglieri, al Capo Gabinetto. Ge.le CC Tullio Del Sette, al Capo Ufficio Legislativo della Difesa Gen.le CC Paolo Romano che in questa particolare circostanza si sono adoperati a risolvere una intricata vicenda all’interno di delicati meccanismi.

Adoperiamoci ora a tempo pieno per aiutare amici e colleghi nella presentazione delle Istanze così come previsto dal Decreto del 7 maggio 2014. Ricordiamo a tutti che la scadenza per presentare l’Istanza è il 10 ottobre 2014.

Sergio Boncioli

Allegati:
   Copia della lettera Comando di Roma
   Gazzetta Ufficiale n.160 del 12 luglio 2014
   Allegato "C"
   Allegato "D"

17 settembre 2014

STRADAFACENDO

CASADIRITTO NEWS

Casadiritto è anche su Facebook e Twitter
Si ricorda che tutte le norme, leggi e regolamenti citati, sono riportati all'interno del sito. Tutti ne possono prendere visione e scaricare i contenuti anche nella stesura originale
Per contribuire a Casadiritto versamento tramite c/c postale n. 1004499925 oppure con bonifico IBAN n. IT43 T076 0103 2000 0100 4499 925 intestato a Benedetto Franchitto con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS