Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

condividi         

Cari amici utenti, care famiglie

dopo un interminabile periodo di ricovero presso l’Ospedale di San Giovanni, a Roma, presso il Reparto Unità terapia intensiva coronarica, e i necessari 33 giorni di assoluto isolamento, per me incredibili, con interventi su un cuore già compromesso da precedenti episodi, trasfusioni, ne esco profondamente provato.

Di questa parentesi, ringrazio quanti mi hanno assistito, il Primario prof. Prati ed il cardiologo che mi segue, dr. Sergio De Candia dell’Ospedale Militare del Celio. Inoltre i preziosi suggerimenti dell’amico del Celio Pino Fracchiolla. Di grande aiuto e conforto sono state le centinaia di attestati di solidarietà pervenuti alla mia famiglia, per email e telefonicamente, che mi sono state riferite da mia moglie e i segnali confortanti che mi sono pervenuti da militari e civili con incarichi Istituzionali.

Nel mio interesse, di quello della mia famiglia, ma anche di tutti quelle famiglie investite a vario modo, da tutte quelle vessazioni ed ingiustizie che continuano ad imperversare attraverso gli atteggiamenti di certi Comandi, affinchè la nostra “ lunga marcia” non sia ridotta ad un ricordo, seppure generoso, avrei bisogno di un periodo di cure farmacologiche, di riabilitazione e di riposo, nella speranza di riprendermi in modo accettabile. Per questo già vi ringrazio, per la vostra comprensione. Al momento anche io devo capire.

Certo che questo periodo è cruciale. Casadiritto era alla vigilia di incontri Istituzionali importanti, che sono saltati ma che potrebbero verificarsi sotto altre forme. Stanno riprendendo gli sfratti immotivati e incredibili che mi sono fatti pervenire anche in questo periodo, tra cui spiccano per la loro particolarità ed accanimento quelli del Comando Aeronautica di Milano e buon ultimo lo scandaloso comportamento del Comando Marina Militare di La Spezia contro una vedova di 84 anni, con un reddito di pensione di reversibilità di 12.000 annui. E poi di fondamentale era sul tavolo la BOZZA del Decreto Biennale.

Per quanto potrò fare se ci saranno i modi e i tempi, sarà la mia e la nostra preoccupazione come sempre, nella linea fondante di Casadiritto, propositiva con le Istituzioni, fatta di ragionamenti e proposte costruttive, specialmente per le categorie più indifese e fragili. E’ una speranza che è stata sempre al centro dei pensieri. Ringrazio ancora i componenti della Segreteria e lo staff del sito. Vi voglio bene, un abbraccio.

Sergio Boncioli

9 dicembre 2020

STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 010 3787 6560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS