Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

condividi         

BLOCCO DEGLI SFRATTI FINO AL 31.12.2020
Un eccezionale risultato per Casadiritto, ma a monte rimane un grosso problema, quello di risolvere una volta per tutte, la gestione oculata e con norme giuste per gli alloggi della Difesa

COMMISSIONE BILANCIO CAMERA Sembrava arduo. In un groviglio di quasi 10.000 emendamenti, in fase di conversione in Legge del Decreto Legge n. 34/2020 ( Decreto Rilancio) nella sera di Domenica 28 giugno, la V Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, ha approvato la proposta emendativa Art. 17 bis firmata dai Deputati Fassina e Muroni Leu, Pizzopane PD, è stata approvata. L’emendamento si aggancia all’art.103 del comma 6 D.L. 17 marzo 2020 n. 18 e i suoi effetti prorogano dal 1 settembre 2020 al 31 dicembre 2020, la sospensione dell’esecuzione degli sfratti di immobili ad uso abitativo e non abitativo.

In poche parole anche per gli alloggi della Difesa entrerà in vigore tale norma, che si aggancerà automaticamente alla data originaria che già aveva bloccato gli sfratti al 1 settembre 2020. I Comandi Militari ne dovranno prendere atto per i provvedimenti attualmente in corso e per quelli in corso di emissione.

IL PARTITO DEL “ MATTONE” ALZA LA VOCE E’ superfluo raccontare i particolari e le peripezie per ottenere tale risultato, al quale si opponeva il “ partito del mattone”. A posteriori basta leggere i contenuti di molti organi di stampa, che per la maggior parte, nella mattina del giorno dopo ( Domenica 29) preferiscono mettere in risalto la voce univoca della potente Confedilizia, che strilla e sbraita, e tali organi non fanno cenno che questo provvedimento, in queste particolari condizioni sanitarie ed economiche, è quanto di più giusto in una società che continuiamo a chiamare civile. Ecco di seguito, una miscelane di giornali del 29 giugno:

IL MESSAGGERO: Confedilizia, “Atto irresponsabile. E’ un atto da irresponsabili e un insulto al diritto di proprietà”;

LA REPUBBLICA, idem riportando la dichiarazione dell’ “arrabbiato” Giorgio Spaziani Testa, Presidente Confedilizia;

IL SOLLE 24 ORE: laconico, prudente ed essenziale nel primo commento;

IL FATTO QUOTIDIANO: “ …tra gli strali di Confedilizia ( “irresponsabili”);

IL CORRIERE DELLA SERA, si limita a portare la notizia;

NEWS 24: Gorgio Spaziani Testa, Presidente Confedilizia: “ Il blocco degli sfratti è un provvedimento irresponsabile e un insulto al diritto di proprietà".

Il tutto, ed è una raccolta parziale, è riportato in allegato.

Al caro Presidente infuriato ed altro, è appena il caso di ricordare che un blocco degli sfratti non risolve i problemi della casa, ma rappresenta un atto eccezionale e l’epilogo di tanti altri problemi irrisolti, che si sono maggiormente aggravati in occasione dell’attuale difficoltà di tante famiglie in coincidenza del COVID 19, i cui effetti disastrosi non finiscono certo con la fine del ciclo pandemico e molti prevedono che i prossimi mesi raggiungeranno la massima criticità.

Come noto gli sfratti colpiscono quasi sempre la parte più debole della Società, e pronunciare quelle parole qualifica quel Presidente della potente organizzazione della Confedilizia per quello che afferma.

E’ da notare che nessuno degli Organi di stampa citati, affronta anche in maniera succinta il problema: o riporta le dichiarazioni della Confedilizia o si astiene da qualsiasi commento. E’ obbligo della politica, quella buona, occuparsi del problema e nel medio periodo trovare una via d’uscita attraverso un avvio di edilizia economica che darebbe anche inizio all’occupazione di migliaia di posti di lavoro, oltre che mettere in condizioni di affittare o comprarsi una casa a condizioni accessibili.

Per ritornare a quanto ora approvato dalla Commissione Bilancio, ora si attende un passaggio brevissimo in Aula della Camera e poi altrettanto rapido al Senato. Ma per ora godiamoci questo piccolo risultato ma grande per il suo significato. Ai tanti sfiduciati e disillusi, ai tanti che pretendono sempre dagli altri la soluzione di tutto, ricordiamo ora le tante famiglie colpite da uno sfratto della Difesa, in particolar modo delle decine di avvisi di sfratto, che avevano scadenza il prossimo 15 settembre, chi prima chi dopo, inviati con metodico accanimento dal Comando della 1 Regione Aerea di Milano.

Quelle tante famiglie e altre in tutta Italia, avranno un pò di respiro e in ogni caso tempo per organizzarsi, malgrado la pandemia da virus latente anche se appare in via di risoluzione e l’altra “ pandemia” questa si endemica che riguarda gli alloggi della difesa, quella che ha sfasciato, con leggi e Regolamenti errati fatti con cosciente colpevolezza, un intero patrimonio di 16.000 alloggi.

Tiriamo il fiato e respiriamo per questo successo del quale Casadiritto ne rivendica la quasi “ paternità”, ringraziamo i membri della Commissione Bilancio, in particolare i deputati firmatari oltre riaffermare a gran voce che tale risultato è sacrosanto, checchè ne pensi l’arrabbiato Presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa che invitiamo a darsi una calmata e a ragionare..

Sergio Boncioli

Allegati:
   Verbale seduta della Commissione Bilancio del 28 giugno 2020, riportante l’approvazione del blocco degli sfratti;
   Raccolta di giornali riportanti la notizia del blocco.

5 luglio 2020

STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 010 3787 6560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS