Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

condividi         

LETTERA INVIATA DA CASADIRITTO ALLA NEO PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE DIFESA DEL SENATO SENATRICE ROBERTA PINOTTI

Gent. Presidente,
a nome mio e di tutta l’Associazione Casadiritto le invio le più vive felicitazioni per la sua nomina alla importante e prestigiosa carica di Presidente della IV Commissione Difesa del Senato. Certamente, nella nuova veste, saprà dare tutto il suo apporto di conoscenza, esperienza e lungimiranza acquisite “ sul campo” nelle precedenti legislature, anche con incarichi Alti. A tal proposito ricordiamo, tra l’altro, in particolare il Decreto M.D. del 7 maggio 2014 in materia di alloggi della Difesa che porta la sua firma, che ha dato dignità e certezza del Diritto a migliaia di famiglie di militari in servizio e in quiescenza, ribaditi anche nel successivo Decreto del 2015, ultimi Decreti che risultano emessi.

C’è da notare che gli stessi Decreti, non certo per difetto dell’Ufficio Legislativo del Ministero, nella loro applicazione pratica, non sempre hanno trovato applicazioni conformi, ma interpretazioni diseguali da parte di singoli Comandi, che ne hanno dato e ne danno di volta in volta interpretazioni contraddittorie e spesso riduttive nella loro applicazione. Tutto ciò, in una miscellanea di comportamenti e di letture personalistiche della norma, ha generato confusione e purtroppo conseguenze devastanti per le nostre famiglie e danni anche al patrimonio alloggiativo della Difesa che a tutt’oggi lamenta più di 5.000 alloggi vuoti e fatiscenti e non più assegnabili.

Salutiamo quindi la sua nomina come un segnale di buono auspicio per un augurabile rinnovamento, sempre nell’osservanza e nel rispetto dei diritti e dei doveri ed in difesa delle famiglie di ceto medio e medio basso. Inoltre in armonia a quanto indicato dalla Corte dei Conti nella Delibera del novembre 2015, che suggeriva ed individuava in Difesa Servizi S.p.A. quale nuova figura in grado di dare un nuovo impulso alla parte gestionale degli alloggi militari, che più mostra sofferenze ormai insanabili. In questo ultimo periodo abbiamo inoltre osservato una attività positiva nei risultati della stessa Difesa Servizi, parallelamente ad una serie di nuove norme, di indirizzo, legislative che ne ampliano le attività. Ciò contribuirà così, in questo difficile momento, nel settore della Difesa, ad una nuovo e auspicabile rinnovamento del Paese, ripartendo anche dai problemi reali.

Casadiritto, rappresenta da molti anni un ancora sicura per famiglie di militari in servizio concessionari ma anche per molti ex concessionari in quiescenza , cercando di conciliare le giuste esigenze della Difesa con le legittime aspettative anche di carattere sociale. In tal senso gli alloggi militari, possono essere la cartina di tornasole per metterci alla prova svolgendo, a nostro parere, una funzione importante.

Ora siamo ad un BIVIO. E’ in atto un blocco degli sfratti, nel frattempo è imminente l’uscita dell’auspicato Decreto biennale. Prima che esca, utilizziamo questo tempo, pur in presenza di particolari avversità per ovvi motivi sanitari e contingenti, per contribuire ad attuare una auspicata nuova politica della casa e alla soluzione di quel problema. Bisogna che il treno vada dalla parte giusta. Per tutto questo, rinnovandole gli auguri, auspichiamo che nell’ambito del suo impegno Istituzionale, riservi uno spazio per un incontro urgente con Casadiritto, che compatibilmente con la sua Agenda di impegni, cortesemente in questa occasione, le chiediamo .

Un cordiale saluto, Sergio Boncioli, Coordinatore Casadiritto

9 agosto 2020

STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 010 3787 6560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS