Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

condividi         

SI PORTA COMUNQUE A CASA UN O.d.G. SUL BLOCCO DEGLI SFRATTI CHE DOVREBBE VALERE FINO AL 31.12.2021

QUANDO DECADONO CERTI VALORI, LA DIFESA USA ANCHE “ARMI NON CONVENZIONALI”

Come è nostro costume, in derivazione del principio della verità ed in presenza di notizie, Casadiritto ritiene di informare gli utenti su quanto sta accadendo tuttora, presso la Commissione Bilancio, ove è in corso di discussione il Decreto n.73 Decreto Legge 25 maggio 2021. Sostegni 2 all’interno del quale era stato collocato l’ex emendamento 47.01 che avrebbe prorogato in maniera organica all’interno del DL gli sfratti degli alloggi della Difesa al 31 dicembre 2021. Questo importante risultato era in dirittura di arrivo, e come abbiamo pubblicato nelle email e articoli inviati alla stampa, nel nostro ultimora, “a meno di incidenti imprevedibili” quello che non doveva accadere è accaduto.

Quel Gruppo che trae origine dall’Obiettivo 9, mai smantellato dalle Amministrazioni che si sono succedute, una sorta di “S P E C T R E “ che si annida ancora con molti poteri nei meandri più indicibili, con molti poteri, negli Alti Comandi dello Stato Maggiore della Difesa, ha compito un’altra operazione a loro consona. Senza nessun pudore, senza alcuna vergogna, ha di fatto tramato per far cancellare dagli emendamenti al Decreto 3132, la norma in discussione. Ci sarebbe da pensare che in Italia, a similitudine di quanto è in uso in qualche paese sudamericano, funziona così. La democrazia e il Parlamento sono a sovranità limitata?

L’AGGUATO E’ agguato teso, nel corso degli “ spulciamenti” del Decreto stesso, con “manu militari”, dopo che già altissimi componenti di una Difesa, che sembrerebbe disarticolata fra di essi sul problema alloggi, sembrerebbe perché ci sono pur sempre i dubbi del doppio gioco di chi è legato nei gerarchi a cordate di potere, alcune della quali assieme ha una altissima carica , avevano espresso parere favorevole all’emendamento con l’impegno di portarlo in porto. A questo macabro balletto conoscendo con dovizia tutti i retroscena , Casadiritto non ci sta e denuncia agli utenti e alle loro famiglie quanto è avvenuto. Questo, pur aumentando le residua dose d inaffidabilità e di credibilità che ha sempre dimostrato la Difesa ( mai fare i patti con Il diavolo) dà un colpo mortale in materia degli imminenti sfratti e a quanti ormai facevano conto nella proroga. Casadiritto come ne esce?

ANZICHE UN EMENAMENTO, APPROVATO UN O.d.G. CON I SUOI LIMITI Male e ci vorrà del tempo per assorbire la botta anche se rimane una speranza costituita nella presentazione, al termine della seduta della Camera del 14 luglio 2021 di un approvazione da parte del Governo, di un O.d.G . riformulato dal Governo presentato dagli stessi firmatari dell’emendamento “sparito” del Gruppo PD alla Camera e al Senato, legato anche esso ad una richiesta di proroga, pur con i limiti di un Ordine del Giorno. I limiti consistono che ora bisognerà impegnare il Ministro a farlo rispettare. Pensiamo alle tante famiglie che abbiamo sentito centinaia di volte per telefono, di Milano, Sesto S. Giovanni, Villafranca di Verona, Venezia, Roma Civitavecchia Roma Cecchignola, Perdasdefogu, Cagliari Palermo, e a quante sono già in lista.

QUELLO DEI VIGLIACCHI DISFATTISTI, UN ALTRO FRONTE. NON ESPRIMONO OPINIONI MA INSULTI Ne esce male a causa della forza irragionevole e contraddittoria della Difesa, ma anche in alcuni casi a causa del comportamento di alcuni figuri, travestiti da utenti ma utenti loro stessi, che invece di stringersi attorno alla bandiera di Casadiritto, e alle ragionevoli richieste, nello stesso momento del bisogno hanno sottoposto l’Associazione Casadiritto ad un attacco ingiusto e vigliacco, ( la colpa sarebbe quella di prestare poche attenzioni alle vendite) sic… in un passaggio cruciale, e rifiutandosi persino di ricevere a casa le comunicazioni, che periodicamente, a scopo informativo, Cadasiritto invia loro, distribuite con sacrificio economico e materiale di chi è sottoposto ad una collaborazione porta a porta. Questi comportamenti lasciano il segno a chi ha dedicato una vita nella difesa dei diritti. Per questo questi vigliacchi, che fanno danno generando in altri anche un senso di stanchezza, che si sono nascosti, ora escono allo scoperto, vanno isolati e meritano il nostro disprezzo. Essi fanno finta di non sapere che verrebbero spazzati via con un sol colpo e diverrebbero carne da macello. Quindi, i vigliacchi, operano anche contro loro stessi. Dobbiamo rispondere se ne siamo capaci con la massima unità e compattezza, anche se si è rotto un legame in un momento pericoloso.

Ricordiamo a questi utenti, infarciti di personalismi e ed interessi personali, che Casadiritto non è e mai lo sarà un ufficio vendite per soddisfare le voglie. Vadano a rivolgersi altrove. Casadiritto e Sergio Boncioli e chi per esso ne prenderà al più presto le redini, per le motivazioni che ormai tutti conoscono, dovranno continuare nel solco della difesa delle famiglie, quelle fragili, quelle con figli numerosi, quelle con redditi medi e medio bassi, quelle dei militari in servizio, con titolo scaduto, quelle delle vedove e delle separate. Così come quanto previsto dal Decreto Pinotti del 7 maggio 2014 e della tutela delle famiglie con handicap grave. Insomma una battaglia di civiltà di cui ne andiamo fieri anche se certi vigliacchi ci insultano per i loro interessi personali. Chi ha tanti soldi è in grado di comprarsi una casa, se ne vada e lasci la casa ad un militare che aspetta.

Invitiamo costoro a non inquinare le nostre acque, fatte di trasparenza nelle richieste e negli obiettivi. E via quei furbacchioni con altre case anche ville, che vogliono sfruttare la situazione per nascondersi e poi insultare Casadiritto, il Coordinatore Boncioli Sergio con epiteti che fanno male e volantini stracciati. Ora soprattutto per chi saprà prendere la direzione e le responsabilità, prioritariamente dara quello di difendere proprio quelle categorie per cui abbiamo sempre combattuto, che rappresentano l’Atto Costitutivo di Casadiritto, quello di rivolgersi alle fragilità di ogni genere di chi non ce la fa. E’ dura, ma qualsiasi passo in avanti che vada in questo senso, darà come a me ha dato la carica morale per andare avanti.

Isoliamoli e facciamoli vergognare, gli uni, quelli del ”potere ottuso dell’amministrazione”e gli altri, quelli che insultano nel momento di maggiore sforzo, chi si sacrifica nell’interesse di tutti senza nemmeno apportare una idea o una opinione, noi continueremo comunque la nostra lotta. un caro saluto Sergio

Sergio Boncioli

Allegato:
   O,d.G. Approvato dalla Camera il 14 luglio 2021

18 luglio 2021

STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 010 3787 6560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS