Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

ARCHIVIO NOTIZIE – NOVEMBRE 2013


3 novembre 2013

PESCA A STRASCICO: SUCCEDE AL COMANDO 1° REGIONE AEREA DI MILANO

La lettera del terrorre non doveva essere inviata alla fascia protetta. Casadiritto chiede alla cellula operativa interforze di intervenire immediatamente

Essere i primi può essere un merito. Ma in taluni casi è una colpa. In questo caso potrebbe configurarsi come una colpa grave. Parliamo del COMANDO 1° REGIONE AEREA - Reparto Affari Generali, che in questi giorni è molto occupato nella

   continua a leggere

10 novembre 2013

PROSEGUE IL SUO LAVORO. STA ALLA GENTE PER BENE FARE IL PROPRIO

Piero La Porta






   Articolo del 10 novembre 2013 sul settimanae "Il Mondo"

11 novembre 2013

ACCADE A PIACENZA TRA LA VIA EMILIA E IL “FAR WEST”
Appartamento A/7, catastalmente villa o villino, compreso “giardino ad uso esclusivo” di mq 578 (come da mappa) dell'Agenzia del Territorio

Ai Generali, o giovani Colonnelli di Via XX Settembre non malleabili e incorruttibili, ed anche possibilmente meno ignoranti delle procedure (quelli che dice di conoscere un anziano generale sul TEMPO) ma ACCATASTATORI, un corso propedeutico comunale e serale, da fare prima di accatastare una casa e tentare di venderla, nel caso che nelle pertinenze ci sia un terreno, per di più esclusivo.

   continua a leggere

12 novembre 2013

UNA VOLTA PER TUTTE

AI MESTIERANTI , ED AGLI SPROVVEDUTI VOGLIAMO RIPETERE UN CONCETTO:
CASADIRITTO, CON QUELLO CHE SOSTENETE, CON GLI AMICI DEGLI AMICI, CON QUELLI DI CUI LAPORTA PRENDE AD ESEMPIO, CON GLI AMMIRAGLI DI PIAZZA DI SPAGNA ED I LORO METRI QUADRATI, NULLA HA E NULLA VUOLE AVERE A CHE FARE. E’ ESATTAMENTE IL CONTRARIO E VOI LO SAPETE.

E’ stato fatto uscire, con un roboante ed inusitato sostegno di giornali e settimanali, IL TEMPO del 25 ottobre ed IL MONDO del 10 novembre u.s. un sistematico sostegno a tesi e argomenti, già portati avanti da tale Laporta Piero, di professione generale attualmente in pensione, e giornalista come risulta dall’enorme opera Omnia che dimostra 15 anni di impegno indefesso alla causa, tutta accuratamente con risposta, a suo tempo gli valse la candidatura da parte di CASADIRITTO al Premio Pulitzer di giornalismo.

Non sappiamo se la nostra proposta venne tenuta o meno in considerazione. Ma questo appartiene al passato solo per dire che il personaggio da più di un decennio si diletta a ripetere gli stessi argomenti con impressionante monotonia. Ma si sa le persone si alternano, invecchiano, e c’ è il pericolo che le sue performance televisive (EXIT LA /7) con la Calipari e LARUSSA ed il Coordinatore censurato, i suoi articoli, già oggetto di vogliosa lettura per più di dieci anni, possano sfuggire alle nuove e vecchie leve di deputati, senatori, e quanti alla Difesa hanno responsabilità e competenze in materia di alloggi. E quindi puntuale come le piogge di novembre, ecco che dal nulla è riapparso il solito Laporta Piero, come nuovo di zecca.

A lui, a suo tempo, avevamo invano tentato di spiegare che CASADIRITTO con i suoi pittoreschi personaggi che riporta ad esempio, tutti affamati di fare i propri comodi (persino con le amiche amanti) o in attesa di imminenti vendite a prezzi stracciati, nulla avevamo a che fare. Se la prese persino con il mite e scrupoloso Ministro della Difesa Martino, che da persona scrupolosa e rispettosa, volle riceverci, dopo aver commentato l’episodio con il suo Capo Gabinetto, con ironia e sorriso ed anche una piccola battuta. A lui, generale in servizio, non gli stava bene e doveva, il Ministro, spiegargli il perché. Naturalmente il Ministro, lo ignorò. Ma ora perché ora, proprio ora è riapparso Laporta?

Non lo sappiamo. Sappiamo però che per tante famiglie è sempre più duro e insostenibile, rimanere dentro gli alloggi. Amici di una vita se ne vanno. Laporta dice che ”marescialli e funzionari di basso livello piangono miseria”. A parte che se per funzionario di basso livello, intende Il Coordinatore, ho sempre affermato che sono solo un ex impiegato della Difesa, che dopo 38 anni di servizio, porta a casa 1.200 euro di pensione e che fra poco la casa sarà messa all’asta e si passeranno tanti guai anche perché l’usufrutto, con i tanti oneri previsti, non ci sarà modo di sostenerlo.

Forse i suoi personaggi, suoi amici o conoscenti, ammiragli e quant’altro, in ben altre condizioni economiche, non avranno certo di queste difficoltà. Ci vuole far vergognare anche di non avere i suoi denari. E con me, e con me tanti che con CASADIRITTO si trovano oggetto delle sue ironie, cioè “piangono miseria” diciamo che il suo disprezzo nei nostri confronti è almeno pari al nostro disprezzo nei suoi. Solamente noi non andiamo a dire che lui ride di ricchezza. Anche se dopo 38 anni di lavoro si prende una pensione di 1.200 euro al mese, con una moglie a carico, almeno fin che il buon Dio ci farà campare.

Allora, senza farla tanto lunga, diciamo al Ministro, al Sottosegretario, a chi nella Difesa dovrà prendere delle ormai improcrastinabili decisioni, di fermare cioè quelle vendite e quei canoni così concepiti da chi il generale forse ben conosceva,( visto che si sono inventati l’insostenibilità fattasi legge) ai Deputati ai Senatori, all’on.le Rosa Villecco Calipari, al Sen. Aldo Di Biagio e a quanti altri nel Parlamento o a Via XX Settembre, chiediamo di adoperarsi per dar corso all’Ordine del Giorno approvato dal Parlamento, dovranno decidere del nostro futuro e nel caso di una nuova legge sulle vendite che venga rispettato il diritto alla continuità nell’affitto allo stesso prezzo, così come prevede la Legge 244, art.2 comma 637 e nel caso di affitti, la loro sostenibilità.

Noi famiglie di gente perbene, con redditi normali e non in grado di far fronte ai canoni insostenibili o a vendite solo sulla carta non in grado di farvi fronte e quindi in odore di sfratto, con quanto il generale afferma, con i suoi esempi, con le sue situazioni di malaffare che descrive o di affari di suoi ex colleghi o attuali colleghi, con le carte false che lui dice di sapere, nulla abbiamo a che fare e nulla vogliamo avere a che fare. Non si deve permettersi di insultarci come abusivi quando la Corte dei Conti nega lo stato di “abusivi” per chi ha il titolo concessorio scaduto, da lui invece usato abusivamente a piene mani.

La nostra battaglia è per chi ha il problema della casa e non lo può risolvere in altro modo, se non quello delle tutele e della sostenibilità. Non invischino più CASADIRITTO e le famiglie che rappresenta in situazioni a loro note o atti contro natura che non ci riguardano. A meno che…. a meno che lo scopo di quegli articoli era un altro.

Sergio Boncioli

19 novembre 2013

CASADIRITTO INFORMA:

Domani mercoledì 20 p.v. presso la Commissione Difesa del Senato, verrà posta in discussione l'interrogazione del Sen. Di Biagio, relativa ai canoni degli alloggi della Difesa


20 novembre 2013

UNA RACCOLTA UNICA, DA NON PERDERE. LE EPICHE GESTA DI UN GENERALE D’ANNATA. MA NON C’E’ NIENTE DA RIDERE

Piero La Porta

Alloggi Difesa: pericolo di ritorno anno zero, un comitato di pietra refrattario ad ogni modifica

Dedicato a chi credeva all'attualità di uno scoop sugli alloggi, addetti ai lavori o semplicemnte curiosi e guardoni? Anni ed anni di duro impegno e studio per arrivare dove è arrivato, assolutamente non eguagliabile, al massimo potrà solo essere imitato.

Panico tra i (pochissimi) generali, ammiragli e colonnelli, che chiama accucciati, presi come esempio per sparare nel mucchio.

   continua a leggere

21 novembre 2013

CASADIRITTO INFORMA:

   continua a leggere

22 novembre 2013

UNA PER TUTTE....
Migliaia di Famiglie di Militari e Civili a un passo dal precipizio.

   continua a leggere

25 novembre 2013

MENTRE IL 20 NOVEMBRE U.S. IL SOTTOSEGRETARIO ON.LE ALFANO RISPONDEVA AL SENATO, NOTTETEMPO IL 21....

Un balletto che appare intollerabile, mentre il medico perennemente si consulta, il paziente muore.

Come da calendario, si è svolta mercoledì 20 novembre 2013, la prevista seduta della Commissione Difesa del Senato . Il Resoconto della Seduta , ove era in discussione l’Interrogazione n. 3-00412 del Senatore Aldo Di Biagio inerente ai canoni relativi agli alloggi della Difesa, il testo dell’Interrogazione, il Resoconto sommario di Seduta, la risposta dell’On.le Alfano, Sottosegretario per la Difesa con delega agli alloggi, la replica del Sen. Di Biagio, sono riportate in allegato.

   continua a leggere

30 novembre 2013

INCONTRO CASADIRITTO – SEN. GIBIINO

Si è svolto nella mattinata di giovedì 28 novembre u.s. , presso il Senato della Repubblica, l’incontro tra il Senatore Avv. Vincenzo Gibiino, Forza Italia, il dr. Gabrielli ed altri componenti del suo staff, e una delegazione di CASADIRITTO composta dal Coordinatore Nazionale Sergio Boncioli, Antonio Carangelo, Enrico Belli e Vincenzo Scarpuzza, membri della Segreteria.

L’incontro è frutto di una lunga trattativa cominciata nella XVI Legislatura, che non aveva potuto decollare per una serie di motivazioni. Il Senatore Gibiino ha mostrato notevole interesse di fronte ad una chiara esposizione di fatti e di opinioni sull’intera problematica inerente gli alloggi della Difesa, mostrandosi interessato ed impegnato per sollevare il problema nella Sede deputata. Ha altresì preso atto della concomitanza di intenti sulla stessa problematica anche dell’altro ramo del Parlamento con atti parlamentari in corso. Ha preso possesso e visione della documentazione occorrente per un suo più approfondito esame nelle prossime ore. L’incontro odierno si è concluso con il comune impegno di continuare l’approfondimento nell’immediato con il suo staff parlamentare ed il Comitato CASADIRITTO.

CASADIRITTO rileva finalmente con soddisfazione il nuovo atteggiamento anche da parte di parlamentari ancora posti in disparte rispetto alla gravità del problema, che si trascina da anni ed ora è entrato nella fase patologicamente più grave ma ancora reversibile per tanti. Prende atto del felice coinvolgimento che a livello del Gruppo di appartenenza, può risultare determinante a livello parlamentare per una auspicabile e immediata soluzione tesa e mirata alla sospensione dei Decreti sui canoni di mercato e sulle “vendite”.

Un particolare ringraziamento anche all’opera di centinaia di famiglie che con le loro toccanti e intelligenti lettere, stanno sensibilizzando tutte le forze parlamentari che favoriscono, come in questo caso, incontri e contatti.

Sergio Boncioli

STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto versamento tramite c/c postale n. 1037876560 oppure con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 0103 3787 560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS