Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

ARCHIVIO NOTIZIE – GENNAIO 2012


2 gennaio 2012
INIZIAMO L'ANNO CON UN INVITO ALLA SOLIDARIETA' TRA DI NOI

"I momenti che stiamo vivendo sono di estrema preoccupazione, ma noi siamo tanti e se ci teniamo stretti..."
Il TAR del Lazio stoppa i canoni “a libero mercato” imposti dalla Difesa. E' solo un piccolo passo, che segna un punto a favore dei ricorrenti che hanno ricevuta comunicazione di canoni talvolta superiori allo stesso reddito; ma è pur sempre un risultato significativo, se raffrontato alle molte porte sbattute in faccia da una politica assai distante dalle esigenze abitative delle famiglie.
   continua a leggere

3 gennaio 2012
...GIUSTA DILAZIONE DEI TEMPI?...
Per la provincia di Bolzano gli On. Holzmann e Cicu interrogano il Ministro

Interrogazione n. C.5/05833 [Canoni maggiorati richiesti a molte famiglie di inquilini di alloggi di servizio di proprietà della difesa in provincia di Bolzano]

On. Holzmann
HOLZMANN e CICU. - "Al Ministro della difesa. - Per sapere - premesso che:
negli ultimi giorni sono pervenute a molte famiglie di inquilini di alloggi di servizio di proprietà del demanio della difesa in provincia di Bolzano, richieste di canoni maggiorati con corresponsione di tutti gli arretrati;
la maggior parte degli inquilini sono pensionati ed ex appartenenti alle forze armate, non in grado di ottemperare a richieste veramente esose;
la situazione sta creando vera e propria disperazione in persone anziane che hanno dedicato la loro esistenza a servire lo Stato e si trovano ora a dover fronteggiare una situazione davvero insostenibile:
se il Ministro della difesa intenda approfondire la tematica al fine di scongiurare le pesantissime conseguenze per le famiglie degli inquilini della difesa della provincia di Bolzano, eventualmente offrendo alternative agli inquilini con una giusta dilazione dei tempi per poter ottemperare alle necessità del Ministero." (5-05833)

5 gennaio 2012
BATTAGLIA OLTRE IL PO'
Riportiamo alcuni articoli pubblicati dal quotidiano


   Alto Adige del 15-12-2011
   Alto Adige del 21-12-2011
   Alto Adige del 22-12-2011
   Alto Adige del 23-12-2011
   Alto Adige del 31-12-2011

5 gennaio 2012
PUNTI DI CONTATTO ? ECCOLI
SIG. MINISTRO DI PAOLA, E’ PROPRIO UN BEL RIVOLGERSI


Situazione degli alloggi di "proprietà del Demanio"
CASADIRITTO sta monitorando attentamente quanto sta avvenendo dentro e fuori i Comandi, a seguito dell’applicazione del Decreto sui canoni del 16 marzo 2011, certamente non da osservatori asettici, ma come sempre, come parte in causa in quanto CASADIRITTO svolge il compito più difficile, quello che in questo momento è anche il più scomodo, tenendo dritta comunque la barra, partendo da ciò che avviene. Abbiamo seguito con interesse le dichiarazione del Ministro della Difesa al Parlamento il giorno 14 dicembre u.s.

   continua a leggere

8 gennaio 2012
I SALVATORI DELLA PATRIA
Appello di un utente ai giornali per una riflessione sugli alloggi

   I salvatori della Patria

9 gennaio 2012
LETTERA APERTA AL MINISTRO DELLA DIFESA

Ministro della Difesa Di Paola
Egr. Sig. Ministro,
nei quasi due mesi da quando lei ha assunto l’Alto Incarico che le è stato conferito di Ministro della Difesa, a riprova della priorità che riveste l’argomento, è stato già chiamato per ben due volte a relazionare in Parlamento su un tema specifico quale quello degli alloggi, ed in particolare sulla situazione creatasi dopo l’entrata in vigore del Decreto del 16-3-2011. La prima volta nel corso della Seduta delle Commissioni Difesa Camera e Senato riunite il 14 dicembre u.s.,
   continua a leggere

12 gennaio 2012
PER ROMA, MILANO, ALBENGA, TORINO, ANCONA, VENEZIA E NAPOLI, UN BUON INIZIO 2012
IL TAR NELL’ORDINANZA DEL 1O GENNAIO: SOSPENDETE QUEI CANONI
NOTA DEL MINISTERO DELLA DIFESA ALL’AVVOCATURA GENERALE DELLO DELLO STATO


Inizia con successo, l’anno 2012: l’Avvocato Nicola Ciconte, e l’intero suo Studio che gentilmente ci scrive, porta in cascina un’altra "lenzuolate di successi", con la sospensione per altri tantissimi ricorrenti, dei canoni folli. Come tutti sanno, sarà poi l’udienza già fissata per il 30 maggio, quella decisiva, che entrerà nel merito del decreto del 16 marzo 2011. Intanto per gli amici di Roma, Milano, Albenga, Torino, Ancona, Venezia, Ancona, e di Napoli vadano le le felicitazioni di CASADIRITTO, che persevera nell’incessante impegno di continuare nella sua battaglia difficile nella difesa dei diritti delle famiglie e contro ogni forma di abuso e sopruso sia di ordine amministrativo che morale, ma in ogni caso insopportabile.
Sergio Boncioli

Allegati:
   Lettera dell'avv. Ciconte
   Nota del M.D. all'avvocatura Generale dello Stato

16 gennaio 2012
T E R A P I A D’ U R T O

RICHIESTA D’INCONTRO URGENTE CON IL MINISTRO DI PAOLA
- Analizzare, riscontrare e riformulare i nuovi canoni, interrompendo intanto gli effetti del Decreto del 16 marzo 2011;
- Inviare alla Corte dei Conti il Decreto annuale redditi 2010, già firmato da tanti mesi.

INVITO AGLI UTENTI AD INVIARE IL FAX AL MINISTRO
Ormai è evidente. L’accanimento che si abbatte sulle famiglie, attraverso l’applicazione del Decreto del 16 marzo 2011, provoca, oltre l’indignazione, altri effetti concreti:
a) abbandono delle case (effetto auspicato che è alla base di chi ha ispirato quella legge);

   continua a leggere


22 gennaio 2012
COMUNICATO

A pochi giorni dall'inizio dell'importante iniziativa, risultano già inviati almeno 2.000 fax al Ministro della Difesa, stante le notizie attendibili che ci provengono dalle varie località. Prosegue con partecipazione superiore al previsto, il sostegno diretto delle famiglie per far si che il Ministro riceva una Delegazione di CASADIRITTO allo scopo di illustrare direttamente le istanze dell'Associazione in merito a quanto si sta verificando in materia di canoni, assolutamente al di fuori di ogni minimo ragionamento plausibile. Ciò, maggiormente nelle località a forte crisi abitativa, non essendoci situazioni di alternative praticabli a breve periodo. CASADIRITTO, mentre ringrazia tutti quanti abbiano già provveduto, esorta quanti si apprestano a farlo a provvedere com tempismo ed a voler estendere l'iniziativa a quanti ancora non ne fossero ancora stati adeguatamente informati.
LA SEGRETERIA DI CASADIRITTO
Allegati:
   Fax da inviare al Ministro della Difesa

24 gennaio 2012
A. A. A. V E N D E S I ?

Si avvicinano le vendite della Difesa: i maggiori pericoli?
- le norme del decreto 18 maggio 2010;
- gli apprendisti stregoni;
- la crisi economica.
Imminenti le lettere raccomandate


LE NORME Secondo la puntigliosa e dettagliata tabella di marcia che i “decretatori” si erano dati, ove sono minuziosamente citati – Decreto Ministro Difesa del 18 maggio 2010, n. 112 di cui alla G.U. n. 167 del 20 luglio 2010 art. 7 – era previsto che percorsi i dovuti adempimenti, decreti e decretini anche di natura direttoriale o dirigenziale, sarebbe dovuta scattare al termine della scorsa estate 2011 “l’OPERAZIONE VENDITA”. A dire il vero, il quadro piu’ ambizioso di un Programma Pluriennale comprendeva anche un maestoso e sontuoso piano per la costruzione di 51.000 alloggi per un controvalore di oltre 5 miliardi di euro (cinquemiliardi di euro). Quelli della prima tranche , auto citati in priorità 1, n. 15.542 alloggi, nuovi di zecca per un importo di 1.672.077.845 euro evidenziati nell’allegato 8 al Programma, sono rimasti di carta straccia. Chi ha condotto l’operazione “Carta straccia”? Quanti militari in servizio ci avevano creduto? Il COCER era rimasto perplesso, quasi incredulo, ma niente di più ed aveva presto abbandonato la scena.
   continua a leggere

25 gennaio 2012
Ciconte news: altre 126 famiglie di Roma, Civitavecchia e Napoli bloccano il canone al TAR

Ci giunge ora la notizia che il TAR del Lazio nell'udienza del 24 gennaio , ha emesso l'Ordinanza che blocca gli aumenti spropositati e a nostro parere ingiusti, applicati a 126 famiglie utenti di alloggi, emanati da vari Comandi riguardanti Esercito, Marina e Aeronautica ubicati a Roma, Civitavecchia e Napoli.Si va delineando così un quadro univoco della giurisdizione competente del TAR tendente ad uniformare le sentenze cautelari del pagamento prima di arrivare alla sentenza di merito. Un nuovo importante successo dell'avv. Ciconte e del suo Studio. Un incoraggiamento per CASADIRITTO nel persistere nella ricerca, pur difficile, di trovare altre soluzioni a livello Ministeriale e Parlamentare.
Sergio Boncioli

Allegato:
   Lettera del avv. Ciconte

27 gennaio 2012
APPROVATO IN AULA, ALLA CAMERA DEI DEPUTATI UN IMPORTANTE O.D.G. DEL P.D. SUGLI ALLOGGI DIFESA

In sede di conversione in legge del Decreto Milleproroghe, à stato approvato, nella seduta del 26 gennaio 2012, l’Ordine del Giorno n. 9/4865/AR 76, riguardante gli alloggi della Difesa, presentato a nome del Gruppo PD dall’on. VICO.
L’approvazione in Aula della Camera dei Deputati dell’OdG, allo stato, può essere considerato un “atto di buona volontà” a nome del Governo a cui dovrebbero seguire fatti concreti. CASADIRITTO continua nella sua incessante azione a più livelli, sempre nell’intento di superare, nell’interesse delle famiglie, l’attuale situazione di gran parte degli utenti e delle loro famiglie, così vessate dalle recenti notifiche dei canoni in conseguenza del decreto del 16 marzo 2012 ed anche della sue errate applicazioni.
Sergio Boncioli

Allegato:
   Testo OdG in origine e del testo finale modificato nel corso della seduta del 26 gennaio 2012


31 gennaio 2012
IL SITO DI CASADIRITTO, ORGOGLIOSI DI ESSERCI:
2 ANNI VISSUTI INTENSAMENTE, 31 GENNAIO 2010 - 31 GENNAIO 2012

Ma c'è poco da festeggiare

Poteva andare in modo diverso, ma è stata un occasione perduta. Una Legge innovativa come la Legge 244, aveva aperto una speranza. Da sempre l’Amministrazione Difesa mancava di uno strumento simile: vendere parte del vecchio patrimonio immobiliare, acquisire le risorse, costruire il nuovo con il volano derivante. Coniugare così la volontà e le aspettative dei vecchi e futuri utenti o assegnatari.
   continua a leggere

STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto versamento tramite c/c postale n. 1037876560 oppure con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 0103 3787 560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS