Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

ARCHIVIO NOTIZIE – LUGLIO 2013


1 luglio 2013

L’AMMIRAGLIO DE GIORGI AL PARLAMENTO: SUGLI ALLOGGI, INDIETRO TUTTA

Amm. C.S.M.M. De Giorgi

Risuona il vecchio ritornello in aula, l'epiteto pregiudiziale e stantio, classico, rivolto ai sine titulo, che si ripete e si tramanda, “fenomeni di abusivismo di persone” “personaggi che non vogliono sloggiare” anche se, dopo l'enunciazione della Corte dei Conti, nessuno aveva più osato affermare tano.

Risponde Casadiritto: ne abusivi, ne personaggi, ma 5.000 famiglie fatte da GENTE PERBENE vessate da leggi discutibili e perverse fatte da altra gente

CASADIRITTO segue attentamente lo snocciolarsi delle audizioni, a Commissioni Difesa riunite, Camera e Senato, riguardanti i maggiori rappresentanti delle Forze Armate, nel quadro di approfondimenti istruttori. In tale ambito il giorno 19 giugno u.s. si è svolta l’audizione dell’Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina. La sua esposizione ha toccato anche il tema degli alloggi.

   continua a leggere


4 luglio 2013

Schema dei Decreti attuativi - Decreto Legislativo Legge 244.
"Revisione dello strumento Militare" Riguarda anche la riorganizzazione del settore Infrastrutture, alloggi compresi.

   Schema


5 luglio 2013

CADE A NAPOLI LA PRECLUSIONE VERSO I SINE TITULO PER L'AMMISSIONE ALLO STABILIMENTO BALNEARE DI MILISCOLA

Da fonte autorevole si apprende che su intervento di Organi Superiori dell'Amministrazione Difesa, è stato rimosso dalla circolare M_DANA 001.04/ /G5-1/2 del 6 giugno 2013 dell'Aeronautica Militare - Accademia Aeronautica - Pozzuoli, il divieto al "Personale utente di alloggio ASI Sine Titulo di non poter presentare la richiesta di ammissione" così come riportava la circolare in origine.

CASADIRITTO che aveva messo in luce e riportato all'attenzione il problema, si compiace del provvedimento adottato e ringrazia gli Organi Superiori per il tempestivo intervento. CASADIRITTO invita le famiglie interessate, prevalentemente della zona di Napoli Capodichino e dintorni, a presentare domanda all'Accademia di Pozzuoli competente.

Sergio Boncioli

6 luglio 2013

CASSINO: LE CASE DELLA DIFESA OCCUPATE DA FAMIGLIE SFRATTATE, ERANO IN ELENCO VENDITE (G.U. n.80 DEL 26/3/2011)
Il risultato frutto della ricerca di Casadiritto. Ecco la merce avariata che viene venduta a chi(?) e all'asta, è la stessa merce avariata che viene imposta a caro prezzo agli utenti

Foto "Il Messaggero"

La notizia è nota. Da un paio di giorni su giornali e TV è apparsa la notizia, che purtroppo in tempo di crisi fa fatica ad essere tale. Una cinquantina di persone, comprese mogli e bambini, componenti nuclei familiari di CASSINO, sfrattati dalle loro case per morosità, in conseguenza della chiusura delle fabbriche del Cassinate, hanno occupato due Palazzine vuote, 18 appartamenti, della pal. A e B di Via Vaglie a Cassino. Un dramma italiano. Quello che solo CASADIRITTO ha scoperto e mette in evidenza, è che quei 18 alloggi, ora occupati, facevano parte degli alloggi in vendita del famoso elenco di 3.020 alloggi di cui circa 1.580 abitati ed il resto vuoti. (G.U.n.80 del 26 marzo 2011 – posizione dal n.333 al n.350 Cassino Via Vaglie).

Lo stato di degrado cui tutta Italia ha potuto rendersi conto, non è lontano da quelli di molti alloggi tutt’ora abitati in cui gli utenti sono vessati da ingiustificati ed altissimi prezzi per il canone e da pure follie per le vendite.

Il fatto di cronaca comunque ci induce alle seguenti considerazioni:
– se quegli immobili che sono stati abbandonati a loro stessi, quale ne sarebbe stato il valore attribuito agli utenti, trattati recentemente da “personaggi che non vogliono sloggiare”, ai fini di un pagamento del canone CROSETTO o della vendita LA RUSSA?;
– se i nostri immobili non fossero stati amorosamente mantenuti e manutenzionati da tante famigli di utenti, quale sarebbe stato lo stato di conservazione e le conseguenze per il Patrimonio della Difesa, alloggi ASI compresi?

Agli Ammiragli e Generali che non capiscono o meglio non vogliono mai capire, o ancora meglio fanno finta di non capire, sarebbe ora che il Parlamento venisse loro incontro. Facciamo un appello estremo al Ministro Sen. MARIO MAURO, al Sottosegretario on. ALFANO, all’on Rosa VILLECCO CALIPARI, al Sen. DI BIAGIO a tutti i componenti delle Commissioni Difesa Camera e Senato e perche no, anche ai tanti Ammiragli e Generali che debbono essere incoraggiati nel proporre, affinchè sospendino gli effetti dei Decreti in essere e diano vita a nuovi Regolamenti che finalmente eliminino quelle micidiali normative contro le nostre famiglie.
CASADIRITTO E LA GENTE PERBENE è pronta ad avanzare proposte. Le migliaia di FAX che stanno tuttora invadendo le scrivanie di Via XX settembre, da Bolzano alla punta estrema della Sicilia lo stanno a dimostrare.

   Articolo de “Il Messaggero” del 6 giugno 2013


12 luglio 2013

INCONTRO TRA L'ON. ROSSI E IL COMITATO CASADIRITTO

Nel tardo pomeriggio del giorno 11 luglio, presso gli Uffici della Camera dei Deputati, si è svolto l’incontro tra l’On.le Domenico ROSSI, Capogruppo alla Commissione Difesa per “Lista Civica” ed una Delegazione di CASADIRITTO, guidata dal Coordinatore Sergio Boncioli e composta da Rappresentanti della Cecchignola e di Ostia, particolarmente fatti oggetto ultimamente degli effetti più deleteri dei Regolamenti su canoni e vendite.

   continua a leggere


13 luglio 2013

Al nostro amico Antonio CARANGELO, membro della Segreteria di CASADIRITTO, in occasione del matrimonio del figlio Mirko con Adelaide, che sarà celebrato in data odiena, il Comitato invia ad Antonio e agli sposi, auguri di tanta felicità.


17 luglio 2013

CIAMPINO: RIESCONO A SLOGGIARE UN “PERSONAGGIO”, MA ERA SOLO UNA FAMIGLIA DI GENTE PERBENE
Noi Famiglie Normali, vessate e insultate, loro, gli “altri”, gli autori: appaiono due Italie anche eticamente diverse

Amm. C.S.M.M. De Giorgi

Gli “strumenti” già li avevano, ma a lui, all'Ammiraglio, forse non gli era stato riferito

Tutta o gran parte della “Governance” e tanti ex, ora è contenta. L’Ammiraglio, l’ex Ministro, l’ex Sottosegretario e tanti altri, spariti o ancora in piedi che siano.
Un figlio VFP1 viene improvvisamente congedato nel 2012. Un ex sottufficiale di Marina, il padre, perde il supporto economico per finalizzare il mutuo che aveva concordato e poi....
Con un solo colpo e ben due “strumenti” (canone di mercato e vendita) il dramma si compie. A Ciampino.

   continua a leggere


23 luglio 2013

L'INCONTRO
Primo importante risultato: i fax inviati al Ministro della Difesa aprono il tavolo a possibili modifiche.
Casadiritto può riprendere la parola a Via XX Settembre, i fax fanno riaprire anche il portone di Palazzo Baracchini. Ora indispensabile il tavolo politico

Sede del Ministro Difesa

Primo risultato, anche se per adesso solo formale, ottenuto dall’azione delle famiglie che, con l’invio di migliaia di fax da tutta Italia indirizzati al Ministro della Difesa Sen. Mario MAURO, hanno ottenuto almeno di riaprire la discussione per attuare le modifiche su quelle norme a giudizio di CASADIRITTO invereconde ed inverosimili riguardanti gli alloggi della Difesa, che l’applicazione dei Decreti LA Russa e Crosetto, hanno posto drammaticamente in luce.

Sono iniziati e proseguono, anche ai massimi livelli sia Istituzionali che informali, ed all’inizio alla presenza del massimo esponente

   continua a leggere


28 luglio 2013

SOSPENDERE GLI EFFETTI DEI DECRETI

On. Villecco Calipari

Mentre sono tuttora in corso altri contatti informali tra l’Amministrazione Difesa e CASADIRITTO (vedi quanto contenuto nell’articolo del 22 luglio u.s.), si susseguono da parte di tanti amici, messaggi di sostegno all’iniziativa di CASADIRITTO, di invitare la parte più sensibile dei Componenti la Commissione Difesa e Gruppi Parlamentari di appartenenza, a riaffermare la centralità del Parlamento e della politica, rispetto a norme intrinsecamente foriere di disagio e a burocrazie dei Comandi Periferici in alcuni casi che appaiono acefale e senza più ogni elementare rispetto dell’ etica, ( modalità di riscossione maldestra tentata con l’INPS e respinta dall’Ente Previdenziale che sarà resa nota a breve)

   continua a leggere


STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto versamento tramite c/c postale n. 1037876560 oppure con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 0103 3787 560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS