Facebbok  Ι  
Sul Web Nel sito

ALLOGGI DIFESA ANALISI INFORMAZIONE E ISTRUZIONE PER L'USO

10 gennaio 2012
D. - Ciao Sergio, ho letto la tua lettera indirizzata al Ministro della Difesa, hai descritto in maniera molto esauriente il quadro della situazione, complimenti, auguriamoci che ti risponda e che cerchi di prendere in mano, in maniera consona ed equa, questo problema ormai incancrenito e corrodente. Ti abbraccio Franca

R. - Ti ringrazio per l'apprezzamento. Proseguiranno altre iniziative. Mi piace corrodente. Un caro saluto Sergio Boncioli

10 gennaio 2012
D. - Caro Sergio,Ti rendo partecipe del probabile esito della camera di consiglio odierna con la sospensiva dell'aumento del canone fino al 31 maggio,poi si vedrà....cordialmente Temistocle

Su istruzioni del prof. del Prato, sono lieta di comunicarVi che, all’esito della camera di consiglio odierna, il Presidente del Collegio ha verbalmente comunicato che è intenzione del TAR accogliere la sospensiva fino al 30 maggio 2012, giorno fissato per la discussione del merito della causa. Risulta costituito il solo Ministero della Difesa, il quale ha prodotto una relazione ed alcuni documenti, non particolarmente significativi. Nei prossimi giorni estrarremo copia del provvedimento del Tar e della relazione del Ministero, e Ve ne rimetteremo copia. Sarà inoltre nostra cura comunicare l’esito dell’istanza cautelare all’8° Comando Militare della Capitale, affinchè ometta di procedere all’addebito dei canoni maggiorati. Con i migliori saluti Paola Matrundola

R. - Caro Temistocle, mi congratulo con il tuo avvocato e come vedi, stiamo prendendo iniziative. Ciao Sergio Boncioli

9 gennaio 2012
D. - Sono un pensionato abitante c/o gli alloggi demaniali del comprensorio di Fontanarossa del 41° stormo. Avendo a carico due figlie disabili al 100% con accompagnamento, vorrei sapere se con l'entrata in vigore dei nuovi canoni di affitto posso usufruire di agevolazioni ulteriori a quelli precedenti.Il canone da me pagato è rimasto invariato rispetto a quello degli miei colleghi abitanti nello stesso comprensorio, a cui è stato diminuito. In attesa di Vs. gradito riscontro porgo cordiali saluti.

R. - Caro Antonino, ti do il benveuto. Bisogna essere chiari. Con il nuovo Regolamento del 16.3.2011 non sono stati diminuiti i canoni, ma sono stati resi impossibili per cacciare le famiglie. In alcuni casi, come per esempio in Sicilia, non essendoci una richiesta di alloggi sul mercato libero, questo ha fatto si che l'Agenzia OMI, del Ministero delle Finenze (Territorio) avesse dei dati di indicizzazione bassi, e la conseguente applicazione facesse risultare il calcolo al disotto di quello che era il calcolo dell'equo canone maggiorato del 50 per cento. Ecco perchè in alcuni casi sono diminuiti. Ma tutto è... con obbligo del rilascio (art.6 21 quater delle Finanziatia del 30 luglio 2010). Questo rende tutte le sicurezze inesistenti e pericolose. Quanto a te tu mantieni l'equo canone, perchè indipendentemente dal tuo reddito, hai all'interno del nucleo familiare portatori di handicap. Ciò è stato ottenuto in maniera avventurosa, all'ultimo minuto, con una Mozione parlamentare per merito della pressione di CASADIRITTO. E questo rende stabile la tua permanenza. Quindi non ti devi chiedere se il tuo vicino paga un centesimo di meno. Ti ho spiegato il perchè. In gran parte d'Italia, questa è una legge nazionale, i canoni applicati sono anche di 2.500, 2.000. 1.500 o mille euro e sono perfino superiori allo stipendio, anche per case malmesse e in periferia. Molte famiglie hanno fatto ricorso al TAR, molte hanno abbandonato la casa. Ed è per questo che CASADIRITTO sta cercando di modificare quella legge e quel regolamento. Bisogna che la smettiamo di guardare quello del piano di sotto o di sopra ed entriamo nel merito delle cose. Tu, nelle tue vicissitudini, all'ultimo momento hai recuperato un diritto, ma il tuo punto di riferimento sono le leggi buone, no se il vicino paga di più o di meno. Se vuo mandami il tuo indirizzo o telefonami. Un caro saluto Sergio Boncioli

8 gennaio 2012
D. - NEL RINNOVARE GLI AUGURI DI BUON ANNO, ringrazio per la puntuale, tempestiva e qualificata informazione e chiedo se CASADIRITTO ha a riferimento un professionista nella valutazione degli appartamenti in modo da stilare una relazione tecnica da far valere per contestare legalmente ( falso, abuso d'autorità, associazione a delinquere, omissione d'atti d'ufficio, intimidazione e costrizione, allarme ingiustificato e panico, deterioramento di cosa pubblica, etc..) i canoni così come sono stati determinati in quanto, almeno nel mio caso, l'alloggio è stato valutato per avere delle caratteristiche che con sfacciata evidenza non ha e che si sarebbero chiaramente notate se qualcuno avesse ordinato di visitarlo per ottenere i dati sulle caratteristiche estrinseche ed intrinseche dell'alloggio (art.2 para 1 del DM 16.03.2011) che avrebbero correttamente concorso con altre a calcolare il coefficiente correttivo globale. Con viva cordialità, Flavio

R. - Caro Flavio, quello che tu dici, coadiuvato da una perizia di un geometra o altro professionista, lo abbiamo già suggerito ad aprile, maggio e seguenti, completato da una richiesta della scheda tecnica prima che avvenisse la determinazione dei nuovi canoni. Basta che leggi nel sito. Ti ringrazio, per ogni suggerimento che ancora potrai fare. Un caro saluto Sergio Boncioli.

8 gennaio 2012
D. - Carissimo Sergio, scusandomi anticipatamente per non averLe scritto prima(tante e tali sono state le difficoltà di svariata natura che hanno contraddistinto questo primo anno senza di Lui da non permettermi di passare molto tempo al pc), è con grande gioia che le comunico che il nuovo canone frutto dei "Loro" cervellotici conteggi, in base al NUOVO reddito di mamma, è risultato addirittura inferiore al precedente e dunque, fortunatamente e ancora per il momento, sostenibile nonostante la relativa esiguità (a mio umile parere) della pensione di reversibilità al netto del predetto canone. Nel ringraziarLa per la enorme vicinanza mostrata in più momenti nei confronti della situazione e nei confronti di Babbo, Le porgo i più cari saluti, continuando a seguirLa ed ad appoggiarla nella sua (nostra) grande missione. Giuseppe

R. - Caro Giuseppe, ancora non mi capacito per quanto è successo. Rivedi il tuo babbo a Roma, sotto la pioggia a Montecitorio... Tutte le battaglie fatte in solitudine a Brindisi. La nostra amicizia. Tutto sembra avvolto in uno struggente ricordo. Ma noi ci siamo e continuiamo per quelli come noi... Un caro saluto e ringraziamento Sergio Boncioli

8 gennaio 2012
D. - Caro Sergio, ho inviato l'allegata lettera ad alcuni direttori di giornale per dare loro uno spunto per un articolo, non so se la pubblicherano. Siccome credo di poter dare un conributo di sintesi su tutta la faccenda, se lo ritieni opportuno, vorrei che la pubblicassi sul sito. Grazie ancora x quello che hai fatto e che (con il sostegno di tutti) continuerai a fare, anche se il nuovo Ministro mi sembra un pò prevenuto, d'altronde non può certo andare contro i pèromotori dell'obiettivo 9. Dobbiamo incalzare tutti i politici, facendogli capire chiaramente che il loro IMPEGNO sarà premiato a tempo debito con la nostra riconoscenza.- C.S. Chiavari

R. - Caro Costantino, ti ringrazio per l'attento e meticoloso contributo su cui ti sei impegnato. Spero che presto appaia sul sito. Un caro saluto e diamoci una mano. Sergio Boncioli

8 gennaio 2012
D. - E' stupefacente constatare la profonda ignoranza ancor prima della conseguente tracotanza del pilosio. Infatti il demanio di cui il pilosio è "alto" esponente riceve un canone di affitto dai conduttori e il Codice Civile, le cui Leggi sia il Demanio che il pilosio sono tenuti a rispettare, IMPONE AL PROPRIETARIO LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI ALLOGGI DATI IN LOCAZIONE; QUALORA IL PROPRIETARIO OMETTA DI RISTRUTTURARE L'ALLOGGIO CHE NECESSITA DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PUO' ESSERE DIFFIDATO E OBBLIGATO A FARLO PER LE VIE LEGALI. INVITO PERTANTO TE IN RAPPRESENTANZA DI CASADIRITTO A GIRARE QUESTA SEMPLICE MA FONDAMENTALE INFORMAZIONE A TUTTI GLI INQUILINI DELLE CASE DEMANIALI Riguardo poi i coefficienti e' da scrivere a caratteri cubitali che LA MANCATA PARAMETRAZIONE TRAMITE CONSULENTI TECNICI REGOLARMENTE ABILITATI SU PERIZIA GIURATA RENDA NON VALIDA LA RICHIESTA DI AUMENTI DEI CANONI. Silvio

R. - Caro Silvio, ma con chi credevi di avere a che fare? Secondo te in tanti anni, abbiamo pettinato le bambole? Quello che dici è verissimo, quello che ci vuole non è dire o non dire quello che dovrebbero fare, ma dimostrare nostra determinazione e saper rappresentare i nostri diritti, che comunque li hanno in gra parte tolti. I dormienti, che sono tanti, hanno sempre sfruttato la situazione. Tu mi dici cosa dovrei fare io. Domandati cosa potresti fare tu assieme a tutti noi. Per conto mio sto dando l'anima e oltre non so casa possa ancora offrire. Un caro abbraccio Sergio

7 gennaio 2012
D. - Buongiorno e buon anno a Lei e tutto lo staff. Ho letto quanto Lei mi ha inviato e sono veramente sgomento e continuo a pensare che ho fatto benissimo a lasciare la forza armata. E' veramente uno schifo e con questo ministro che ci troviamo e che, ripeto fino alla nausea, conosco meglio di chiunque altro, non avremo altro che mazzate. A lui non e' mai interessato nulla del personale itinerante, lo ha sempre ritenuto....... (ho personalmente partecipato anni fa ad una videoconferenza sull'argomento e, mi creda, definirlo..... era fargli un complimento), e non muovera' un dito per aiutarci. Se qualcosa dovesse essere fatto non sara' certamente per volonta' sua. Comunque, spero che alla fine la giustizia trionfi. Cordiali saluti Remo

R. - Caro Remo, questa è la realtà che conosciamo da sempre. Per noi di Casadiritto che veniamo da un lungo percorso, quelle frasi terribili ed ingiuste, non ci sorprendono. Semmai ci convincono di più dell'immenso sforzo che stiamo facendo. Facciamolo capire anche agli altri di noi, che forse non ne erano a conoscenza.... Ciao Sergio Boncioli

6 gennaio 2012
D. - Caro Sergio, mi avvisi con congruo anticipo, quando c'è una prossima riunione di CASADIRITTO con gli utenti ed anche se c'è qualche evento importante dove posso essere di aiuto e supporto, cosi mi metto subito in viaggio per raggiungervi. Con affetto mario

R. - Caro Mario, ti prendo in parola e non mancherà l'occasione. Adesso come vedi, siamo impegnati sul canone di mercato e non è facile. Cerca sempre di informare i tuoi amici. Un caro saluto Sergio Boncioli

6 gennaio 2012
D. - ciao sergio,spero che l'inizio del nuovo anno,sia stato dei migliori. Ti scrivo ancora dal lontano afghanistan,sperando di non essere petulante e insistente,ma volevo sapere se avevi delle novità sugli alloggi,cioè se il numero di appartamenti vuoti è aumentato (questo mi potrebbe aiutare,perchè al mio rientro in italia ,visto che questi alloggi sono stati lasciati da poco e quindi abitabili,) ho deciso di andare a rapporto dal generale pilosio (dovrebbe essere lui il responsabile in carica), però vorrei andarci con numeri veri e non con numeri ipotetici perchè voglio iniziare una battaglia con prove reali nelle mani,e non con "per sentito dire",indi per cui,ti chiedo per favore di aiutarmi in questo mio cammino,per risolvere questa situazione che sta creando abbastanza disagio alla mia famiglia.Spero che tu accolga la mia richiesta,e che magari,con un asso nella manica si potrebbe arrivare ad una soluzione,così da poter ridare serenità alla mia famiglia. Scusa della lagna,ma se non ne avessi bisogno realmente non starei a tediarti e disturbarti così frequentemente. A presto luigi

R. - Caro Gigi, come tu sai, non è mio costume dire le cose per sentito dire. Farò un "giro" di telefonate e di controlli, e poi ci sentiamo. Un caro abbraccio Sergio

5 gennaio 2012
D. - Gentile Sergio Boncioli, sono un militare in servizio che a seguito di trasferimento in altra sede mi trovo nella posizione di sine titulo per l'alloggio attualmente in uso presso il villaggio azzurro di linate (MI); inoltre ho partecipato al ricorso seguito dall'Avv. Ciconte insieme ad altri colleghi di Milano; con l'occasione porgo i migliori auguri di buon anno e lavoro perchè si prospetta un 2012 duro per tutti, però desidero avanzare alcune osservazioni in relazione alla crisi che sta attraversando l'economia nazionale: nel merito, lo stato deve vendere i propri beni demaniali per recuperare la situazione ma di contro ha affidato e sta ancora affidandosi a consulenti in servizio o meglio richamati in servizio, cioè, possibile che devono essere sostenute spese elevate per trattennere in servizio personale del ruolo speciale promuovendoli al gado superiore neanche lontanamente previsto per la categoria e pertanto una ulteriore spesa che potrebbe essere risparmiata impiegando validi ufficiali in servio permanente effettivo in grado di fare i consulenti e seguire l'argomento. Inoltre, in questo periodo di grave crisi in cui migliaia e migliaia di famiglie di militari e anche non militari gravano in precarie condizioni economiche, si ritiene ancora giusto che i militari in titolo ASI con relativa famiglia non paghino le accise e addizionali regionali sul consumo di combustibile per il riscaldamento dell'abitazione? Le propongo questi casi perchè faccio una riflessione in quanto avendo sempre svolto il mio dovere con orgoglio e accettato i disagi di un trasferimento e dopo 7 anni di vita da pendolare con tutti i costi sostenuti per andare a lavoro sento la mia dignità calpestata dall'amministrazione e dai colleghi che pur occupando alloggi da 130 mq e pagando qualche centinaio di euro senza rinunciare alla minima spesa per la manutenzione minimale di competenza dell'alloggio, potrebbero anche pagare le tasse come le pagano tutti i cittadini italiani. Spero di aver dato qualche esempio che possa suscitare interrogativi legittimi in questo periodo. grazie distinti saluti e buon lavoro Giovanni

R. - Caro Giovanni, condivido la logica che lega le tue osservazioni. Quello degli ASI è un problema che condizione tutti gli alloggi, per quanto riguarda sia le nuove assegnazioni AST sia il costo che grava pesantemente su tutte le risorse disponibili e la quasi totalità degli introiti derivanti da canoni veri degli utenti senza titolo. Senza contare quelli folli, che speriamo siano affossati dalle sentenze del TAR. In molti articoli e Convegni ho posto la questione dell'irrisorietà del canone ASI e penso che anche chi ha un alloggio di questo tipo, debba convenire che un pagamento di almeno l'equo canone sia di buon senso. Presto ci saranno dele proposte concrete. Ti ringrazio ed auspico di organizzarvi bene anche a Milano, ove circa un paio di anni fa, abbiamo tenuto una bella iniziativa. Se vuoi mandami pure l'ndirizzo. Cordiali saluti Sergio Boncioli

5 gennaio 2012
D. - Mi chiamo CLAUDIO, come altre centinaia di colleghi sono una vittima del D.M. 16 marzo 2011, che di fatto ha IMPOVERITO il mio nucleo familiare, TRIPLICANDOMI il canone di affitto, senza tener conto NE del mio reddito mensile NE dello stato di efficienza in cui si trova il mio alloggio. Decreto che grazie all'On. CROSETTO (e prima ancora al nostro ex Ministro della Difesa) che aveva incarico di tutelare coloro che ancora vestono la divisa e che ogni mattina cantano l'inno d'Italia e che invece ha usufruito solamente di tutti i benefici che la "CASTA" politica gli ha concesso, partorendo e firmando un Decreto che andava valutato attentamente al fine di non rovinare molte famiglie. Chiedo ai colleghi che risiedono in VENETO e che intendono presentare ricorso al TAR, di contattarmi per aggregarmi e formare un gruppo cospicuo di colleghi, che ci dia la possibilità di evidenziare il danno che alle stesse stanno perpetrando (così come consigliatomi dall'Avv. CICONTE di ROMA, che sta seguendo più ricorsi). Mi potete contattare se lo desiderate al cell. 348 6436345

R. - APPELLO DA ODERZO, (TV) PER RICORRERE AL TAR, METTETEVI IN CONTATTO CON CLAUDIO

5 gennaio 2012
D. - Caro Sergio intanto faccio gli auguri di buon anno a te e al dott. Ciconte. Ho letto l'interrogazione parlamentare al Ministro dei deputati di Bolzano in cui chiedono la dilazione nel tempo degli arretrati dovuti. A mio parere non condivido questo tipo di richieste in quanto il nostro obiettivo non e altro che l'abrogazione del Decreto ed un eventuale tavolo di lavoro per giungere alla vendita degli alloggi alienabili che darebbe quella tranquillità e serenità tolta alle famiglie dal vecchio governo. Pertanto bisogna far intervenire i suddetti solo ed esclusivamente per gli obiettivi sopracitati. Grazie.

R. - Caro Gennaro, questo la dice lunga sulla semplice conoscenza di cosa si stia parlando. Il nostro impegno è contro la sostanza fortemente viziata di quel decreto. Sappiamo di quel documento... Ti rendi conto che centra la dilazione per Bolzano? Ciao Sergio Boncioli

21 Dicembre 2011
D. - Ciao, a questi( e non solo a loro........!!!!!!!!!!!) gli servono i soldi!!!!!!!!!!!! Purtroppo si è innescato il meccanismo e niente sembra fermarli. Dal canto mio, io continuo a pagare il canone vecchio e poi restiamo in attesa sempre senza abbassare la guardia. Grazie sempre di tutto quello che fai e ti auguro Buone Feste a te e alla tua famiglia, semprechè quando ci incontriamo per strada ci scambiamo di nuovo gli auguri.

R. - E' un speciale invincibile armata, ma la storia ci insegna... Gli auguri per strada mi piacciono, Ciao Franca, mia vicina di casa. Sergio Boncioli

19 Dicembre 2011
D. - Gentilissimo Sergio, credo ti abbiano male infomato perchè la massima parte dei canoni a Napoli sono del tutto fuori mercato, in particolare quelli che si riferiscono ad alloggi nei palazzi di rappresentanza e nelle zone centrali. Probabilmente sembrano più blandi in raffronto a quelli di Roma, ma bisogna tenere nel debito conto che il mecato immobiliare di Napoli è notevolmente più basso. Buona parte delle determinazioni che mi hanno mostrato sono, inoltre, affette da marchiani errori (calcolo della superficie e/o applicazione di aliquote non pertinenti in luogo di quelle corrette). Seguo con estremo interesse la vicenda sia perchè essa riguarda un mio fraterno amico, sia perchè per me essa rappresenta un caso emblematico di quei comportamenti che uno Stato corretto verso i cittadini non dovrebbe mai porre in essere. Cordiali saluti da marco

R. - Naturalmente è vero quello che dici, perchè vale, nel merito, in tutta Italia. Quello che è stato applicato a Napoli, al di la di zone particolari, è che l'OMI parte da valori non elevati e quindi tutto è conseguente. Quello che hanno sbagliato, come altrove, e che a Napoli hanno applcato come altrove, è un canone provvisorio, non ottemperando nemmeno a quanto previsto all'art.3 punto 3 del regolamento del 3 marzo 2011 ed al mancato riscontro dei coefficienti di abbattimento riportati nella scheda tecnica allegata, che CASADIRITTO aveva suggerito di richiedere già dal mese di maggio. Per concludere nella zona di Napoli, al di la di pochi episodi e di pochi utenti, non si è ritenuto conveniente fare ricorso, come massicciamente avvenuto in grandissima parte delle città del Centro Nord, ove i canoni sono veramente impossibili. Credimi e "fidati" almeno in questo, di quello che con cognizione di causa, ti ho risposto. Cordiali saluti Sergio Boncioli

19 Dicembre 2011
D. - Caro Sergio, rinnovo il mio grazie per il tuo incrollabile impegno. Volevo fare una precisazione per quanto attiene al calcolo della superficie dell'alloggio per l'applicazione del canone. Giustamente dici che si applicano i criteri previsti dall'OMI, mail Manuale della Banca Dati dellOsservatorio del Mercato Immobiliare (ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DELLA CONSISTENZA DEGLI IMMOBILI URBANI PER LA RILEVAZIONE DEI DATI DELLOSSERVATORIO DEL MERCATO IMMOBILIARE) afferma che "Nel mercato immobiliare ad uso residenziale la superficie utile viene utilizzata, di norma, per la determinazione del valore locativo" distinguendo poi tra "superficie utile lorda"(che si misura al netto delle murature esterne e al lordo delle pareti divisorie (detta superficie utile commerciale) e "superficie utile netta"; L'OMI osserva infine che "Per la determinazione della superficie utile complessiva nel caso di edificio residenziale di tipo unifamiliare, ai fini della superficie da computare nella Banca Dati OMI si ritiene di applicare la superficie utile lorda". Mi domando da dove l'Amministrazione desuma che invece bisogna calcolare anche i muri esterni. Saluti Stefano

R. - La norma è chiarissima. Le misure esterne potrebbero averle prese per la valutazione relativa alla vendita. In ogni caso come abbiamo più volte consigliato, è da sottoporre la scheda ad un controllo da parte di un geometra. Un caro saluto Sergio Boncioli

STRADAFACENDO

SOSTIENI CASADIRITTO

Per contribuire a Casadiritto versamento tramite c/c postale n. 1037876560 oppure con bonifico IBAN n. IT30 F076 0103 2000 0103 3787 560 intestato a IOSSA TEMISTOCLE con causale CASADIRITTO

ADNKRONOS